REGOLAMENTO PER VISITE GUIDATE E VIAGGI D'ISTRUZIONE

REGOLAMENTO PER LE VISITE GUIDATE E I VIAGGI D'ISTRUZIONE

La scuola considera parte integrante e quaòlificante dell'offerta formativa, e momento privilegiato di conoscenza e di stimolo alla motivazione e alla socializzazione:

  • I viaggi d'istruzione;
  • Le visite guidate a musei, mostre, manifestazioni culturali d'interesse didattico;
  • Le lezioni con esperti e le visite a enti istituzionali;
  • la partecipazione a eventi teatrali e sportivi;
  • La partecipazione a concorsi musicali;
  • I progetti di gemellaggio anche con scuole estere.

Le predette iniziative saranno proposte dallo staff di presidenza ai Consigli di Classe. I Consigli, valutata la coerenza dell'iniziativa con la programmazione e l'effettiva possibilità di svolgimento, indicheranno orientativamente le date e gli accompagnatori.

Principi Generali

  • Massimo coinvogimento delle famiglie sin dal momento della programmazione del viaggio. Le famiglie finanziano di fatto, l'intera attività;
  • Ruolo attivo del rappresentante dei genitori del Consiglio di Classe;
  • I genitori e gli alunni sottoscriveranno prima della partenza, il regolamento dei viaggi d'istruzione;
  • Corresponsabilità nell'organizzazione del viaggio, sempre nel rispetto delle competenze specifiche di ciascuno;
  • Massima chiarezza sui costi e sui servizi richiesti e offerti.

Indicazioni Organizzative

I viaggi di più giorni sono riservati agli alunni di seconda e terza classe; in particolare per le seconde è prevista una durata non superiore ai due giorni (con un pernottamento) e per le terze una durata massima di quattro giorni (con tre pernottamenti).

Per effettuare il viaggio si deve avere una partecipazione dei 2/3 della classe e devono aggregarsi almeno due gruppi classe.

Nessun alunno dovrà essere escluso dal viaggio per motivi economici: Il Consiglio di Istituto, infatti, individua ogni anno un contributo da destinare agli alunni bisognosi e meritevoli.

Tutti i viaggi devono essere effettuati nel medesimo periodo tra la fine di marzo e la prima metà di aprile. In tale periodo l'orario delle lezioni sarà completamente modificato.

Tutti i viaggi devono concludersi preferibilmente con rientro di venerdì per consentire ai gruppi partecipanti il necessario riposo.

Si prevede in linea di massima un docente accompagnatore per ogni quindici alunni,  più precisamente:

  • da 16 a 35 alunni => n.2 docenti accompagnatori
  • da 36 a 45 alunni => n.3 docenti accompagnatori
  • da 46 a 50/60 alunni => n.4 docenti accompagnatori (salvo diversa richiesta da parte delle famiglie).

Si precisa che la spesa per il viaggio e il soggiorno dei docenti accompagnatori sono inclusi nelle quote individuali pro capite formulate dalle agenzie nei loro pacchetti offerta. Gli alunni non coinvolti nei viaggi di più giorni (in primo luogo le prime classi che effettueranno le loro escursioni in altro periodo) saranno impegnati a scuola in attività multidisciplinari adeguatamente programmate dai Consigli di Classe e comunicate alle famiglie mediante il Rappresentante di Classe.

I viaggi di più giorni prevedono una riunione con tutti i genitori degli alunni interessati nel corso della quale saranno illustrate le tappe del viaggio e le varie visite. La scuola favorisce tutte le iniziative didattiche adeguatamente programmate volte alla costituzione di un fondo per i viaggi d'istruzione da utilizzare secondo le indicazioni del Consiglio d'Istituto.